Variante 513/B

Da Località Ortu Coccu a Stazione ripetitori Gonnesa

Territorio comunale:Gonnesa
lunghezza: Km 1
dislivello: m 133
percorrenza media: 15 minuti
livello di difficoltà:
E

Intersezioni:
1 – sentiero 513 (da Funtana Coperta a Gonnesa);

2 – sentiero 511 (da Miniera di San Giovanni a Gonnesa, tappa intermedia Laveria Vecchia.

La variante 513/B raccorda il sentiero 513, all’altezza di Ortu Coccu, alla stazione dei ripetitori che domina Gonnesa. Il percorso passa davanti al piazzale della vecchia galleria Howard, ormai occlusa. Si tratta di un sentiero essenziale immerso nella macchia mediterranea che caratterizza le falde del Monte San Giovanni.

Lasciando il tracciato delle Ferrovie Meridionali Sarde, sul sentiero 513, si imbocca il compluvio in direzione sud salendo fino a raggiungere la strada mineraria che collegava la strada statale 126 a Normann. Attraversata la strada si ritrova il sentiero che prosegue nella direzione iniziale e che conduce fino a una seconda strada mineraria posta in quota più elevata, proprio sotto le falesie del Monte San Giovanni. Siamo nel cuore del sito di Interesse Comunitario “Costa di Nebida”. L’area è importante dal punto di vista faunistico per la presenza di numerose specie di uccelli di interesse comunitario che in essa gravitano e soprattutto per l’alimentazione e la riproduzione del falco pellegrino.

Seguendo la strada in direzione ovest si raggiunge il sentiero 511 all’altezza della stazione dei ripetitori. Da quel punto si potrà proseguire verso Gonnesa o salire sul monte San Giovanni dove si potranno raggiungere i villaggi di Seddas Moddizzis (Villaggio Asproni) e Monte Onixeddu oppure il villaggio Normann attraverso i diversi sentieri tracciati.