Paesaggi identitari e miniere dismesse: processi di valorizzazione a confronto

Villaggio Normann come caso di studio in preparazione del convegno organizzato dalle Università di Milano, Reggio Calabria e dall’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale.

Il 20 aprile una delegazione formata dalla prof. Laura Genovese, archeologa, prof. Angela Quattrocchi, architetto, e dal prof. Giovanni Vanoglio, urbanista, hanno visitato il villaggio e incontrato i residenti. L’obiettivo è quello di conoscere le realtà sarde e instaurare un rapporto di collaborazione finalizzato a individuare modelli di riferimento e strategie sostenibili per avviare processi di recupero, valorizzazione e gestione dei paesaggi geo-minerari.

Paesaggi identitari e miniere dismesse: processi di valorizzazione a confronto
14, 15, 16 giugno 2024, Carbonia, Grande Miniera di Serbariu a Carbonia (SU), Italia
Sempre più diffusamente, oggi, le miniere dismesse vengono considerate “giacimenti culturali”, essendo al centro di processi di valorizzazione finalizzati allo sviluppo sia economico che sociale dei contesti di riferimento.

L’Italia ha un approccio peculiare a questo tema: se finora il potenziale di questo patrimonio è stato sottostimato rispetto ad altre realtà europee, la ripresa post Covid19 ha segnato una inversione di tendenza, spingendo il settore della ricerca e gli attori locali, a vari livelli, a confrontarsi con la necessità di individuare modelli di riferimento e strategie sostenibili per avviare processi di recupero, valorizzazione e gestione dei paesaggi geo-minerari.

Il workshop mira a riunire ricercatori e professionisti per esaminare e mettere a confronto tali processi in atto in Italia, oggi, con lo scopo di identificare, analizzare e codificare buone pratiche e le rispettive ricadute sul territorio.

L’evento è organizzato nell’ambito di ReMusIT – Reinventing Industrial Museums for a new image of Italy/La nuova immagine del Paese passa per il Museo (2023-2025), un Progetto di Rilevante Interesse Nazionale (Prin 2022, n.2022X5KWKT, CUP Master_B53D23034050006), coordinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale.

I Panel previsti sono tre:

P.1 – Strategie di valorizzazione territoriale

P.2 – Riuso sostenibile

P.3 – Musei, story telling e fruizione


Comitato Scientifico

Agata Patanè (ReMi, ISPRA, Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia)

Fabiana Console (ISPRA, Area Direzione Generale – Biblioteca)

Marxiano Melotti (Università degli Studi Niccolò Cusano)

Nunzia Borrelli (Università degli Studi di Milano – Bicocca)

Barbara Aldighieri (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria)

Giovanni Grieco (Università degli Studi di Milano – Statale)

Laura Genovese (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale)


L’evento è organizzato in forma ibrida, essendo prevista una diretta streaming.

La partecipazione è gratuita, previo prenotazione, compilando il form a questo LINK.

E’ possibile contribuire candidando un breve abstract (1000-2000 parole) di cui sarà prevista la pubblicazione in inglese su una rivista scientifica internazionale, o con un poster. A questo LINK è possibile compilare la scheda con la proposta

Scadenza per la presentazione delle candidature: 5 maggio 2024.

Nell’ambito dei tre giorni di convegno, sono previste due escursioni su territorio per le quali è prevista la partecipazione su prenotazione, compilando il form a questo LINK.

“Passeggiando per Carbonia, fra passato e presente”, in collaborazione con le associazione “Amici di Sardegna” e “Amici senza Confini”;
“La geologia e il paesaggio lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara”, in collaborazione con Fondazione “Cammino Minerario di Santa Barbara e l’Associazione “Italiana di Geologia e Turismo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *